Siamo nella generazione in cui se distruggi un I Phone ti disperi, se distruggi una persona non te ne rendi neppure conto.